Premessa per in non romagnoli: Sogliano è un piccolo paese dell'entroterra romagnolo, abbarbicato su una collina, un piccolo paese che non ha particolari edifici storici, chiese romaniche o affascinanti visoletti medievali. È famoso soprattutto per il rinomato ed esclusivo formaggio di fossa e per nient'altro.
Però inaspettatamente ha una forte vocazione musicale e ogni estate, da anni, ospita concerti di prim'ordine, dai Pooh ai Jethro Tull, dai Litfiba a Caparezza, dai Deep Purple a Battiato a Lou Reed! Da tempo meditavo di visitare questo Museo, ospitato in un bellissimo palazzo antico, e in una domenica piovosa mi sono deciso. L'ingresso è libero ed è stata una piacevolissima sorpresa scoprire qualcosa che non ti aspetteresti in un piccolo e semideserto paesino di collina: in una serie di stanze è ospitata la storia dell'evoluzione del disco come oggi lo conosciamo: dai primi fonografi di Edison ai grammofoni ai moderni dischi. Il simpatico ragazzo che ci ha accompagnati, appena 22enne, ti conquista col suo entusiasmo e una preparazione che non ti aspetteresti da qualcuno nato quando esisteva solo il CD! Tutti gli apparecchi esposti sono funzionanti e si possono ascoltre i pirmi rulli dei fonografi, i primi 78 giri e anche dei rarissimi - ed enormi - 120 giri dove la puntina scorreva dall'interno verso l'esterno! Un paradiso per ogni amante della musica... e poi rari reperti come i dischi di platino ORIGINALI di Michael Jackson e dei Beatles, le chitarre autografate (e certificate) di Bruce Springsteen e Jimmy Page, un raro jukebox dei 1938, una collezione di bellissimi picture disc sagomati esposti molto originalmente, action figures di gruppi e cantanti e una nutrita collezione di libri e di edizioni da collezione in tiratura limitata per audiofili di dischi che hanno fatto la storia della musica rock, e - udite udite! - è possibile ascoltarli grazie a un sofisticato impianto a valvole ad altissima fedeltà!
Il museo è aperto solo la domenica pomeriggio ma chiamando i numeri presenti sul sito è possibile concordare un'apertura apposita.

http://www.museodeldiscodepoca.com/